Dolce È Il Nuovo Yoga Avanzati

da J. Brown

yoga-grandma

Ora che la classe di yoga a tutti i partecipanti che non sono mai stati veramente in yoga sono in gran parte eseguita la migrazione di Crossfit, e una volta liberamente dato pass di sicurezza è scaduto, la base di praticanti sono di bonifica i termini del loro commercio. La vecchia scuola di yoga è risorgente, che offre un antidoto culturale, infatuazione giovanile e dell’immagine corporea.

Naturalmente, chiunque prendendo spunti dal New York Times Fashion & Style, la sezione è sempre una storia completamente diversa. In un recente articolo, il meme di “yoga-selfie” era seducente. Per chi non ha familiarità con esso, una lezione di yoga-selfie è una foto che qualcuno si offre di fare pose di yoga. Queste foto vengono poi pubblicati su social media, dove possono essere “letti” o “seguita” da altri. Le reazioni all’articolo sono stati sia a favore e contro. Attenzione per i principianti che si potrebbe desiderare di provare quello che vedi nella foto e la solita linea di yoga come mezzo per ottenere dall’ego erano in gran parte influenzato dal sentimento che lo yoga-selfies sono espressione di crescita personale.

L’articolo è caratterizzato da un New Jersey mamma che ha raccolto 245,000 seguaci. Vedendo la sua esecuzione impressionante braccio saldi accanto a sua figlia carino è simpatico, e la sua dedizione per la pratica quotidiana è lodevole. Ma questo è notevolmente offuscato dalla sua ammissione che la sua maggior parte, circa i seguaci: “In un primo momento ho pensato, ‘Se ho 100, sarò felice.’ E poi il mio obiettivo è cresciuto.” C’è un breve accenno su chi guarda yoga-selfies come vanity-driven, ma l’articolo turni, altrettanto velocemente, consigli su come prendere le migliori foto e ottenere più seguaci.

La questione non è se scattare foto di pose di yoga per quindici minuti di internet fama è buono o cattivo. Più rilevante è la mentalità che motiva la ricerca e se le immagini create sono veramente di utilizzare per chiunque.

Dietro il fenomeno dello yoga selfie è l’idea che spinge la nostra capacità fisiche è come utilizziamo pratica crescere come persone. Che facilmente si traduce in una giustificazione per alcuni insegnanti abdicare la responsabilità per gli studenti’ di sicurezza. Come un insegnante: “Se si lascia che il tuo insegnante porterà in un luogo dove si ottiene feriti e non si riesce a capire quando torna, è su di voi così come il vostro maestro”. Anche tra gli insegnanti che hanno un più favorevole posizione, c’è ancora un sottostante suggerimento che se non si fa il massimo sforzo fisico poi non si vedranno i risultati.

Come sempre più persone nei loro anni 30, 40, 50 anni e oltre sono di svolta per lo yoga come una forma di cura di sé, di questo sentimento è ancora più deleterie conseguenze. In un altro recente post che aveva lo scopo di aiutare giovani insegnanti ingraziarsi se stessi per gli studenti più grandi, 52 anni, autore scrive: “l’Insegnamento gli studenti più anziani, non è facile. Ci sono irritabile (è vero!). Il nostro corpo spesso male e scricchiolano con l’età …. D’altra parte, ci tiene forte cercando di tenere il passo con i giovani.” La mentalità che guarda al di yoga-selfies come un documento di pratica yoga rende in ultima analisi, un nemico dell’invecchiamento. Certo, Tao Porchon-Lynch, 94 anni, meraviglia, è incredibile a vedersi, ma il valore terapeutico del pavone posa inizia a diminuire in modo esponenziale passato l’età per dire 35. E anche se si è in disaccordo con tale affermazione, una cosa è certa: il tentativo di avere tutti a muoversi come 20-qualcosa ad un rave party per il resto della loro vita non è intenzione di pan fuori, nel lungo raggio.

Fortunatamente, durante il boom degli anni novanta infuriava e cadde e il 21 ° secolo di mercato è diminuita, la vecchia scuola di yogi hanno saputo mantenere la sua reale di basso-basso nei loro ambiti, in tutto questo tempo. Questi insegnanti, e coloro che sono addestrati per svolgere il tipo di lavoro che fanno, ora si trovano di nuovo, proprio accanto alle nuove classi della scuola. In una recente visita a un elevato profilo di ritiro luogo, ho sentito dire da qualcuno: “Ricordare (così e così) che ha usato per insegnare qui quando abbiamo iniziato prossimi dieci anni fa? È tornata! Lei insegna a tutti il dolce flusso’ le classi.”

La principale distinzione tra vecchia e nuova scuola di yoga è la mentalità di tutto il lavoro fisico di pratica. Sfida te stesso sul tappeto diventa qualcosa di molto diverso in base la definizione di ciò che significa. Nella nuova scuola, significa prendere il corpo appena passato il limite solitamente pensato possibile. Ma per la vecchia scuola, mettersi in gioco sul tappeto significa rallentare e lontano dal risultato naturale orientata di altre occupazioni nella vita, in modo che possiamo imparare come prendersi cura dei nostri sottile e talvolta ignorato funzionamento interno (vedi il Nutrimento è Fresco.)

In definitiva, va bene per le persone a sfidare entrambe le loro abilità fisica e psichica. Ma i due non dovrebbero essere fuse. E più che la pratica dello yoga, meglio serve come un modo per onorare il processo di invecchiamento come la sacra invece di un ulteriore perpetuare astratto ed erronea ideali, prima di tutti gli yoga-selfie con un sorriso nostalgico.

J. Brown è un insegnante di yoga, scrittore e fondatore di Abhyasa Yoga Center di Brooklyn, NY. La sua scrittura è stato descritto in Yoga Terapia Oggi, la Rivista Internazionale di Yoga Terapia, e attraverso lo yoga blogosfera. Visita il suo sito web all’yogijbrown.com