Il Tuo Insegnante Di Yoga È Ora Un Marchio

brand-you

da J. Brown

Le tendenze economiche e l’evoluzione dei social media hanno portato ad un cambiamento nel modo in cui lo yoga è effettivamente commercializzato. Il vecchio modello di confezionamento e di vendita di uno stile di pratica è stata in gran parte di pensionati. Ora, tutti sono d’accordo, l’insegnante è il marchio. Con questo deriva una stringa di inevitabilities che sono al cuore di ciò che affligge la maggior parte professionale per insegnanti di yoga di oggi.

Non so quando è successo, ma, a un certo punto negli ultimi anni, la quantità di tempo che ho speso impegnato in molteplici forme di contenuti online, la creazione, la distribuzione e la promozione è iniziata, per eguagliare, se non superare, la quantità di tempo che ho speso insegnamento dello yoga. Ovunque si guardi per consigli su come essere un buon insegnante di yoga o di centro titolare, c’è sempre un internet marketing componente. Si deve semplicemente avere un Facebook pagina Twitter, e, a seconda di cosa cerchi di attraversare, Instagram account.

Ho combattuto per tutto il tempo come ho potuto. Mi ricordo di litigare con il mio produttore amico perchè il mio sito non è stato “J. Brown Yoga.” Ho detto: “non C’è J. Brown stile di yoga. Non ho inventato nulla e io non sono a proprio agio quello che io faccio in un modo che comunica il contrario.” Egli ha detto: “il Vostro sito non è per te. È solo un modo per le persone a trovare voi. E il tuo nome è J. Brown. E voi insegnate di yoga. La ricerca con google per trovare " J. Brown Yoga.’ Così, il vostro sito web ha bisogno di essere ‘J. Brown Yoga’…… periodo”. E aveva ragione. Non c’era modo di sfuggire alla verità che, per sopravvivere, avrei bisogno di abbracciare internet e i suoi effetti sui mattoni e malta di business.

Stiamo vivendo in un momento in cui il comfort che la gente aveva una volta con il modello di società è diminuita di quasi nulla. Nessuno vuole comprare yoga da tutto ciò che si sente come una corporation.

Prevalente la conoscenza è diventata la creazione di un logo-ed entità o di un prodotto non funziona più. La cosa che la gente sta comprando è l’insegnante. L’insegnante è il marchio. Ecco perché tutte le grandi aziende là fuori che vendono yoga roba sono principalmente attraverso la personalità degli individui, piuttosto che attraverso la vecchia immagine standard di successo. Una connessione personale a qualcuno crea una risposta emotiva che rende la società di sentire come un amico spirituale di più di una strategia per ottenere informazioni aggregate e così si può essere più efficacemente manipolate per sborsare il vostro duro-guadagnati dollari.

È il caso di un recente Gaiam campagna con il moniker #Everybodybends. Esso consisteva in una serie di video, ognuna dotata di una singola persona. Le promozioni sono intime, girato in un modo e spotlight, e veramente genuina e di ispirazione insegnanti. Essi condividono le loro esperienze reali su importanti e significativi aspetti di yoga e di come li ha colpiti nella loro vita. Non vi è alcun riferimento a un particolare prodotto o l’acquisto di qualsiasi cosa. Basta un rapido colpo del logo alla fine. Essi vogliono solo il loro marchio ad essere combinato con l’infettive autenticità dell’insegnante.

L’obiettivo del brand è quello di proiettare un’immagine che parla di un demografico o di mercato. Quando il marchio è un insegnante di yoga, la linea tra la persona e il personaggio pubblico diventa inevitabilmente oscurato.

Se la tua carriera è basata su un’immagine che è davvero solo un momento nella tua vita, o un’idea di uno stile di vita che si spera di creare per se stessi e gli altri, allora che cosa succede quando si cambia, o che la vita non vivere fino alle vostre speranze? Cosa succede quando l’immagine che meglio si vende e fornisce la maggior parte delle risorse comincia a tradire chi è diventato o che desiderano essere? La maggior parte di noi stanno solo facendo del nostro meglio per fare una vita a qualcosa che noi non odio. La prospettiva di realmente accadere con qualcosa che si ama è una sorta di sogno. Che è il motivo per cui così tante persone sono attratte per lo yoga come una professione. Ma è difficile quando il sogno sembra diventare sempre più distrutte dalla triste e dura realtà di un internet guastato con il rotto le speranze di molti, e un sistema economico che sta rendendo più difficile e più difficile per gli operatori indipendenti per navigare e per competere.

Io sono un marchio. Io non sento di avere molta scelta su di esso. Naturalmente, ho potuto solo fare qualcosa di diverso, ma ho scelto di essere un insegnante di yoga. Per quando qualcosa è la vostra passione, quando si vede meglio la vita e godere di tutto e di più solo perché si arriva a fare che cosa, non si può semplicemente scegliere di non farlo. Quindi, se sopravvivono come un insegnante di yoga significa essere un marchio che ciò che ho. Ma deve includere tutti i miei difetti. Non può essere una lucida l’immagine di qualcosa che non è di me solo perché vende bene. E se l’autenticità è la cosa che la gente vuole, quindi il brand deve essere una vera espressione di che. Il mio marchio è me. Essere fedele a me stessa solo rende il mio marchio più forte.