La raccolta di fondi per lo Yoga Per i Disturbi Alimentari

EatingAwarenessDisturbi alimentari, se diagnosticato ufficialmente o meno, colpire persone di tutte le età, dimensioni, forme e generi – fino a 24 milioni di persone nei soli stati UNITI, secondo l’Associazione Nazionale di Anoressia Nervosa e Disturbi Associati. Le statistiche sono impressionanti. Il nostro dialogo interno, tende ad avere un sacco da dire sul cibo, l’immagine del corpo e di come si dovrebbe sentire su di noi. Ma lo yoga può essere un potente strumento per contrastare quelli negativi voci.

Insegnante di Yoga e blogger Chelsea Roff lo sa in prima persona, e ha collaborato con il Dare Indietro Yoga Foundation per raccogliere 50.000 dollari, per portare il suo programma di Yoga per i Disturbi Alimentari, per i centri di trattamento in tutto il paese come un servizio gratuito nonché di condurre uno studio basato sulle prove sulla sua efficacia. Lei chiede il vostro sostegno.

Di più su Chelsea, la sua lotta con l’anoressia e come, alla fine, yoga aiutata a prosperare:

Quando avevo 15 anni, ho rischiato di morire per un ictus causato da una grave anoressia. Ero 58 chili, gravemente depresso, e aveva dato alla mia vita. Due settimane prima del mio 16 ° compleanno, mi è stato rimosso dai miei genitori’ di affidamento e posto sotto la custodia dell’ospedale. Ho vissuto lì per circa 18 mesi.

Quando uscii dall’ospedale, il mio terapista mi ha incoraggiato a provare lo yoga. Ero ancora molto sottopeso e il terrore di persone, ma sono andato… solo per scoprire che una pratica (e la comunità) che ha cambiato la mia vita. Sono andato dal sopravvivere al fiorente; dal soggiorno e dalla metà della vita di sperimentare la gioia e la libertà non avrei mai immaginato possibile. Negli ultimi sei anni, ho sviluppato un programma chiamato lo Yoga per i Disturbi Alimentari in base alla mia esperienza. Offro, nella speranza che altri, in grado di recuperare la loro vita per questa malattia.

Per ora è un programma di tre giorni e ogni 5.000 dollari permetterà Chelsea per portare in un solo impianto. Speriamo che espandere la regolarità del servizio o, almeno, ispirare questi centri di trattamento per incorporare più lo yoga nella loro disegno di legge di recupero terapie.

Il denaro permetterà, inoltre, di Chelsea a visitare e a parlare a scuole superiori e università sui disturbi dell’alimentazione e prevenzione. Se siete mossi per fare una donazione testa alla pagina della campagna Indiegogo e mostrare il vostro sostegno. L’abbiamo fatto.

Ecco il Chelsea video della campagna:

immagine via www.cornwallfoundationtrust.nhs.uk