Lo Yoga Non È Difficile

blisscomic

da J. Brown

Quando incontro qualcuno che è nuovo per lo yoga e vengono a sapere che io sono un insegnante, dicono sempre la stessa cosa: “sono andato a una classe di yoga ed è stato veramente difficile.” Mentre è incoraggiante vedere che così tante persone stanno cercando di yoga, che le loro prime esperienze sempre la sensazione di “duro lavoro” è un peccato. L’impostazione di questo precedente diventa la base per molte delle insidie che betide professionisti di oggi.

Innanzitutto, vale la pena considerare perché è che così tante lezioni di yoga sento così difficile. Alcuni sostengono che è solo la natura della pratica. Non sono assolutamente d’accordo. Io sono convinto che avrei potuto prendere esattamente la stessa ventisei posa in Bikram sistema che sono calci tutti nel loro asini, e fare in modo che non si sente così maledettamente difficile. Ancor più che le pose che gli insegnanti a scegliere, di cui parleremo in seguito, la mentalità con cui le pose sono avvicinato è davvero il colpevole principale.

Mettendo da parte il filosofico quadri al lavoro, la tradizionale atteggiamento è che per progredire nella pratica, è necessario prendere il tuo corpo oltre il percepito bordo fisico. Non prendere il tuo corpo oltre il suo bordo fisico è spesso visto come pigri o resistenti. La pratica è un modo per sfidare se stessi per fare di più, per raggiungere più pieno potenziale. E certamente, questa mentalità è dimostrato efficace in molti inseguimenti. Se si sta andando a correre maratone o eseguire ginnastica imprese, quindi una certa quantità di dolore nessun guadagno è probabile che sarà richiesto di svolgere tale compito. Ma se ciò che è funzionale per la salute del corpo, in cui il nostro corpo può fare ciò che abbiamo bisogno di loro per fare nella nostra vita, con meno dolore possibile, quindi un vedere-come-far-si-possono-per spingere i limiti della mentalità è assolutamente controproducente.

Un sacco di “duro” lavoro che la gente fa nella pratica dello yoga per essere sano è in realtà lavora contro di loro funzionali per la salute del corpo.

Una certa quantità di sforzo è di solito richiesto per mantenere una persona sana in tempi moderni. È il carattere di quel lavoro che è in questione. Ha bisogno di essere “duro” lavoro? O ci potrebbero essere altri modelli? Ci sono benefici per essere avuto, e un sacco di testimonianze a sostegno di risultati positivi da sempre sfidare i limiti. Ma come la maggior parte lungo tempo praticanti, infine, di attenzione, di essere eccessivamente imprudente o sbagliata con il lavoro il vostro corpo in tempi di gioventù o di salute che facilmente porta a conseguenze impreviste e degenerative problemi lungo la strada. Qualunque sia immediati profitti che potrebbero derivare dai nostri sforzi devono essere pesati contro i rischi di infortunio e di risultati a più lungo termine.

C’è anche la questione delle pose che gli insegnanti sono la scelta di offrire. È normale che molti studenti sono lasciati a se stessi come classe si muove attraverso impegnativo e rischioso sequenze. Spesso gli insegnanti agiscono come trapano sergenti, il cui lavoro è quello di introdurre gli studenti attraverso questa esperienza difficile, a volte con grande ironia e carisma. E anche per gli insegnanti che non si adotta un “amore duro” tipo di sentimento e di fare del loro meglio per offrire modifiche, data la diversità degli studenti e l’aspettativa di piombo intricate sequenze, c’è spesso poco più di fornire di speranza, di incoraggiamento come la gente lotta lungo.

Se facciamo la pratica dello yoga in un duro lavoro che non finisce mai e senza mai cedere, piuttosto che un perdono sforzo che è facilmente e prontamente apprezzato, si dipinge la nostra esperienza di vita nella stessa inflessibile tonalità.

L’effetto finale sia il “duro lavoro” mentalità e sempre più impegnativi forme, è la sensazione di cose che non sono mai abbastanza e che vi è sempre più a che fare. Ammetto che ci sono momenti in cui un processo di guarigione può comportare dolore e difficoltà e richiedono sforzo concertato. Non sto suggerendo che la pratica dello yoga, si sente sempre un bagno di bolle. Nel corso di indirizzare il nostro corpo e la nostra mente, tutti i tipi di profondo e interiore sfide sono presentati. Ma le sfide che derivano naturalmente nella pratica dello yoga non è la stessa cosa come imponente estranei fisico sfide di studenti, perché si è pensato per essere impressionante o ispirazione.

La scelta è tra una pratica che sta spingendo i limiti e si sente davvero difficile, come una montagna ripida che stai sempre arrampicarsi, ma non abbastanza per raggiungere la vetta, o di una pratica che funziona entro i limiti e si sente come un sollievo, come per dire: “Grazie a Dio”. In pratica e della vita, il lavoro non ha bisogno di essere inutilmente difficile. Sforzi nella pratica si traducono in nostri comportamenti in una miriade di modi, e più spesso che no, la temperanza è garantito.

Sì, a volte mi sento sfidato la vita che è davanti a me, a volte mi sento sopraffatto. Ma essere troppo forte con il mio corpo, o nella vita, ha dimostrato di essere utile nell’affrontare gli impegni che la vita concede. Non ho bisogno di spingere il mio corpo rigido, per essere ben e gli sforzi che faccio per affrontare le sfide che derivano non devono essere una lotta.