Portando le Migliori Pratiche Di Yoga Nelle Scuole — Intervista a Jennifer Cohen Harper e Traci Childress (Parte 1)

photo credit: Lynda Shenkman Curtis

photo credit: Lynda Shenkman Curtis

da Kelli Amore

Le migliori Pratiche per lo Yoga nelle Scuole è il primo libro del suo genere. È stato recentemente rilasciato da Yoga Servizio Consiglio come guida per lo yoga nelle scuole, ed è il primo volume della serie di Best Practice guide (next up, yoga per i veterani!).

Il movimento per portare lo yoga per la scuola nella sua infanzia sia nell’ambito della ricerca e l’attuazione di vista. La maggior parte dei Reparti di Istruzione non hanno yoga “standard” che gli istruttori possono guardare al curriculum di guida, come un P. E. o un insegnante di musica. Prima di questo libro guida, insegnanti o presidi sono stati senza una risorsa per come valutare un corso di yoga nelle scuole programma e la sua efficacia.

Come una persona che insegna yoga nelle scuole a tempo pieno, ho trovato la guida per essere ben organizzata e completa risorsa per chiunque voglia portare lo yoga per i giovani in un contesto scolastico. Questo è il primo esempio di un testo per bambini, yoga esperti che offrono quello che hanno trovato per essere efficace, ma non sono di marketing la loro agenda per un particolare tipo di pratica yoga per bambini, yoga programmazione.

Più di 20 esperti per bambini e yoga mondo si sono riuniti per discutere le migliori pratiche che sono state poi modificate nel corso delle innumerevoli ore di Traci Childress, co-fondatore dei Bambini, la Scuola della Comunità in West Philadelphia e una lezione di Yoga, Servizio Consiglio, consulente, e Jennifer Cohen Harper, fondatore del Piccolo Fiore di Yoga, autore e Vice Presidente di Yoga Servizio del Consiglio. Con il libro completo e appena pubblicato, Jenn e Traci generosamente preso il tempo di rispondere ad alcune domande essenziali che sono evidenziati nella guida e aiuta a spostare lo yoga nelle scuole campo in avanti.best-practices-school-yogaKelli: Il libro è stato abbastanza di uno sforzo di collaborazione! Puoi dare YogaDork lettori un’idea del processo e come le Migliori Pratiche Per lo Yoga Nelle Scuole libro è stato creato?

Jenn: Assolutamente. La possibilità di creare questo libro è come una collaborazione tra lo Yoga Servizio Consiglio (YSC) e l’Omega Institute. Il YSC e Omega hanno lavorato insieme per molti anni, e Omega offerto di ospitare una serie di settimana di incontri di leader di yoga servizio, lavorando con una varietà di diverse popolazioni. Abbiamo deciso che il primo incontro sarebbe per chi condivide lo yoga nelle scuole, e da lì la domanda era che cosa è il miglior uso possibile di questo tempo.

Sapevamo che un raduno come questo (23 insegnanti, gli amministratori, i dirigenti del programma, ricercatori) sarebbe raro, e abbiamo voluto assicurare che è stato utile per il campo come un intero, non solo a coloro che erano presenti. L’idea di creare un libro di buone pratiche sembrava una misura naturale con la più grande missione di YSC, e un ottimo modo per massimizzare la possibilità di raccogliere. L’incontro ha avuto luogo presso Omega nel mese di luglio del 2014, ma prima che i partecipanti hanno messo in un sacco di lavoro. Abbiamo chiesto a tutti i partecipanti di compilare sondaggi, presentare le loro proposte di BPs in anticipo, e caricare la ricerca di una piattaforma condivisa. Traci e ho rivisto tutto quello che è stato presentato, e dividere i partecipanti in piccoli gruppi di lavoro in base all’area di competenza. Poi quando siamo arrivati a Omega, Sat Bir Khalsa trascorso qualche tempo a presentare la maggior parte della ricerca corrente per l’intero gruppo e quindi ci siamo immersi in discussioni.

Tutti i gruppi di lavoro presentato le loro proposte di best practices, alla fine della settimana lavorativa, e quindi Traci e ho trascorso l’anno successivo sintesi, il chiarimento, discutendo con i collaboratori, scrivere e lavorare per rendere le idee utili e digeribile possibile. Abbiamo lavorato con quattro eccezionali che contribuiscono editori, i cui ruoli sono stati a rivedere e rivedere i contenuti forniti dagli utenti, oltre a fornire la scrittura pertinenti sezioni del libro, secondo le loro aree di competenza. Dopo che abbiamo avuto una prima bozza, il manoscritto è stato inviato a quattro ulteriori revisori per il feedback, e una volta che il feedback è stato integrato ci siamo spostati in avanti con la pubblicazione. Siamo ispirati da come questo libro collaboratori si sono riuniti, ha lottato con domande difficili, e ha individuato alcune questioni importanti per noi di prendere in considerazione e valutare come comunità.

Kelli: Perché è un Best Practices libro come questo, così necessaria per lo yoga nelle scuole campo?

Traci: Quando facciamo un passo in ambiente scolastico, si diventa responsabile per gli altri figli. Questo ci richiede di connettersi a un corpo di lavoro che è più grande del nostro. Quando lavoriamo come isole, lavoriamo con i punti ciechi. Un obiettivo di delineare in modo collaborativo le migliori pratiche è quello di collegare il lavoro di molti operatori per la condivisione di yoga nelle scuole. Questo è fondamentale perché ci consente di tenere l’un l’altro responsabile per portare lo yoga nelle scuole con un livello comune di comprensione. Alla fine, la ragione per cui questo libro è importante, è che offre a tutti noi un più ampio contesto di lavoro. Imposta i nostri occhi su un grande obiettivo: quello di migliorare la nostra comprensione di come condividere yoga con i giovani nelle scuole in un più sicuro, più efficace, e basta.

Kelli: Destra fuori del blocco, il libro delinea la necessità di comunicazione tra la comunità scolastica e yoga provider. Perché è così importante che lo yoga fornitori di comunicare in modo proattivo circa le intenzioni per portare lo yoga nelle scuole?

Jenn: la Condivisione di yoga nelle scuole è molto diverso dalla condivisione di yoga con i bambini in altri contesti (studi, centri di comunità, etc.) come le scuole hanno i propri obiettivi, i requisiti e le culture che devono essere considerati. Per una scuola di base programma per avere successo, l’istruttore di yoga deve arrivare a una comprensione intima della scuola stessa, e a conoscere i molti fattori che possono essere influenzare l’esperienza dei bambini nelle loro classi. Lo Yoga può essere sconosciuto a molti, nella scuola, e di aiutare la comunità scolastica di acquisire una maggiore comprensione delle intenzioni possono influenzare in modo significativo come supporto il programma riceve, e come gli altri adulti in ambiente di parlare di yoga per bambini. Inoltre, è importante comunicare chiaramente la laicità della scuola programma di yoga, così come fugare ogni senso di misticismo attorno pratiche.

Kelli: a parte il nostro obbligo legale nei confronti di laicità nelle scuole, perché è importante che bambini e insegnanti di yoga portare un secolare di yoga a scuola di comunità?

Jenn: Yoga fornitori che lavorano in scuole hanno l’obbligo di riconoscere e rispettare i principi di laicità e di rispetto per la diversità religiosa e non religiosa credenze della comunità scolastica, sia in linea di principio e pratica. Lei ha detto che questo è un obbligo di legge, ma che offre secolare di programmazione è importante anche al fine di massimizzare l’inclusione e l’accessibilità dei nostri programmi.

La laicità non è solo rispettare la lettera della legge e “la porta!”. Si tratta di creare uno spazio che è accogliente per tutti e in cui tutti possano sentirsi pienamente inseriti. I bambini non possono sentirsi completamente al sicuro la partecipazione a pratiche che i loro genitori e altri membri della comunità sono a disagio con o di opposizione, e la scuola pubblica deve essere un luogo in cui tutti gli studenti e le famiglie sono rispettati. Un impegno per la laicità è un impegno a mettere i bambini e le loro comunità, prima, e di garantire che le nostre aule sono spazi dove tutti i bambini sono sicuri di impegnarsi, imparare e crescere. Inoltre, i programmi che tentano di offrire spirituale o religiosa di programmazione nelle scuole, in definitiva, di mettere tutti a scuola di yoga in pericolo, in quanto vi è un preciso obbligo di legge, nonché di motivare i genitori disposti a sfidare yoga programmi in tribunale.

Questa è la Parte 1 di 2-parte intervista a Jennifer Cohen Harper e Traci Childress. Leggere La Parte 2!

Kelli Amore, M. Ed è un educatore nel campo dei bambini, yoga e mindfulness. Lei è stato l’insegnamento nella scuola per più di 15 anni e ha praticato yoga per 20. Kelli attualmente insegna yoga a tempo pieno a Ragazze Prep Bronx Elementare a new york. Lei è una nazionale di relatore a conferenze e di recente ha realizzato un cortometraggio, Aliza e la Mente Vaso, per dimostrare l’impatto di yoga e mindfulness curricolo di scuola di comunità. Leggi di più al suo sito web: http://about.me/kellilove