Portando le Migliori Pratiche Di Yoga Nelle Scuole — Intervista a Jennifer Cohen Harper e Traci Childress (Parte 2)

photo credit: Lynda Shenkman Curtis

photo credit: Lynda Shenkman Curtis

Pubblicato da Yoga, Servizio Consiglio, le Migliori Pratiche per lo Yoga nelle Scuole coinvolte più di 20 esperti per bambini, yoga per creare un primo del suo genere, guida pratica per lo yoga nelle scuole. YD collaboratore Kelli Amore recentemente chiacchierato con i curatori dell’opera su cosa c’è voluto per mettere insieme un libro come questo, i suoi ostacoli, la sua importanza nel campo dei bambini, yoga e perché è così essenziale per continuare a chiedere le domande difficili.

best-practices-school-yoga

Qui di seguito è la Parte 2 dell’intervista con Traci Childress, co-fondatore dei Bambini, la Scuola della Comunità in West Philadelphia e una lezione di Yoga, Servizio Consiglio, consulente, e Jennifer Cohen Harper, fondatore del Piccolo Fiore di Yoga, autore e Vice Presidente di Yoga Servizio del Consiglio.

Leggi la Parte 1 qui!

Nella Parte 2, la conversazione si trasforma con lo yoga e l’immagine del proprio corpo, consigli utili per la gestione dell’aula, e modi per il ragazzo di yoga comunità di insegnamento per rimanere in contatto.

Kelli: Quando problemi di immagine del corpo non sono volutamente affrontato attraverso il curriculum e l’istruzione, che tipo di idee sbagliate avete visto i nostri giovani assorbire dai media circa yoga?

Traci: le immagini Mainstream di yoga in media in generale e più comunemente riflettere il mainstream culturale norme di ciò che rende un corpo sano e attraente. Negli Stati Uniti, questo significa in genere sottili (soprattutto per le donne) e atletica (soprattutto per gli uomini). Quando lo yoga programmi nelle scuole non intenzionalmente lavoro per rimuovere la lingua, le immagini e i riferimenti che collegano yoga per queste limitata idee di salute e bellezza, quindi questi messaggi, la bellezza e il “diritto” di tipo di corpo diventare un elemento implicito di yoga, essere condivisa. Questo non supporta lo sviluppo positivo dei giovani o incoraggiare un ambiente sicuro e accogliente per i giovani. Per i giovani, soprattutto gli adolescenti, che sono alle prese con evolutivamente appropriate domande su chi sono e come sono di valore nel mondo, questo può portare la pressione a guardare in un certo modo all’esperienza dello yoga. Ho esplicitamente avuto i giovani mi dicono “io non riesco a fare yoga, io sono troppo grasso o che non sono magra o abbastanza forte per fare yoga per persone magre o per le persone forti.”

Kelli: Quali sono le tre principali risorse per la gestione dell’aula per una lezione di yoga con i bambini?

Jenn: Questa è una domanda difficile, perché ci sono così tante buone risorse là fuori, e la più importante è probabilmente un buon allenamento e un buon mentore. Vorrei incoraggiare tutti gli istruttori di yoga per cercare di risorse che mettono in risalto il rapporto, piuttosto che di controllo, e che l’onore, lo spirito di insegnare ai bambini la consapevolezza di sé e di auto-gestione, piuttosto che fare affidamento su di conformità. In termini di libri, ho sempre sentire bene, raccomandando il seguente: Nessun Dramma per la Disciplina Daniel Siegel e Tina Payne Bryson; Come Parlare in Modo che i Bambini Possono Ascoltare e Così i Bambini Possono Parlare di Adele Faber e Elaine Mazlish, e Culturalmente Sensibile Insegnamento e il Cervello Zaretta L. Hammond. E chi lavora con gli adolescenti dovrebbero assolutamente leggere Brainstorm: Il Potere e lo Scopo dell’Adolescente Cervello da Daniel Siegel, Se gli insegnanti sono interessati a una formazione on-line, mi piace quello da Stuart Abalon a ThinkKids.

Kelli: si Può parlare di insidie di “tutto”, per i bambini, insegnante di yoga e perché è così importante che i professionisti di portare lo yoga per i giovani nelle scuole deliberatamente creare relazioni con altri esperti?

Traci: l’Istruzione è un lavoro interdisciplinare di venture; e non c’è modo che una persona in grado di capire e soddisfare i bisogni di ogni bambino che lavorano con. Se si vuole servire il bambino, dobbiamo mantenere i rapporti tra le discipline; abbiamo bisogno di coinvolgere le persone nei campi dell’educazione, attenzione, apprendimento sociale ed emotivo, di trasformazione dell’educazione, psicologia e sviluppo umano. Avendo professionali sostegni per i consigli e per sostenere la nostra propria formazione permanente è essenziale.

Kelli: Quali sono alcuni modi in cui gli istruttori di portare lo yoga per i giovani possono rimanere in contatto con le comunità professionale?

Jenn: partecipazione a conferenze è un ottimo modo per costruire la comunità, incontrare gli altri istruttori e quelli in campi correlati, e di essere introdotto a nuove idee. Lo Yoga Conferenza di servizi tenutasi presso Omega ogni anno a Maggio, è un ottimo posto per costruire una comunità, come la National Bambini Convegno Yoga e Yoga nelle Scuole Simposio. Rimanendo collegata via e-mail i gruppi e i social media è grande, e, naturalmente, coltivando i rapporti con le persone che vivono e lavorano nelle vicinanze, e di fare il tempo per incontrarsi e condividere, è il migliore.

Perdere Parte 1? Cattura fino a qui. E restate sintonizzati per il libro giveaway!

Kelli Amore, M. Ed è un educatore nel campo dei bambini, yoga e mindfulness. Lei è stato l’insegnamento nella scuola per più di 15 anni e ha praticato yoga per 20. Kelli attualmente insegna yoga a tempo pieno a Ragazze Prep Bronx Elementare a new york. Lei è una nazionale di relatore a conferenze e di recente ha realizzato un cortometraggio, Aliza e la Mente Vaso, per dimostrare l’impatto di yoga e mindfulness curricolo di scuola di comunità. Leggi di più al suo sito web: http://about.me/kellilove