Regolatore? Io non So Nemmeno il Suo

yes-no-chalkboardda Sara Kleinsmith

Toccare o non toccare? Questo è uno dei dilemmi che abbiamo esperienza come insegnanti di yoga. In yoga, le regolazioni possono essere una questione di preferenze personali. Recentemente, ho avuto molte discussioni con gli insegnanti circa le rettifiche e le loro opinioni in materia. Se non si è a conoscenza di quello che un aggiustamento è, è quello che sembra – l’insegnante di yoga mette le sue mani su di voi mentre si sta in una posa di yoga per aiutarvi ad approfondire la posa o per aiutare a “correggere” il vostro allineamento. Per alcuni studenti di yoga, le rettifiche sono un dato di fatto, e si aspettano di avere loro in classe. Infatti, se si cerca di Yelp giudizi della tua città studi locali, si potrebbe trovare reclami su “hands-off” insegnanti. Alcuni studenti diventano molto utilizzati per questo trattamento, e alcuni sostengono che è l’unico modo che sanno che stanno facendo qualcosa di “correttamente”. Ma mettendo le mani sui studente di yoga l’unico modo per assicurarsi di ricevere il beneficio della pratica?

Uno degli studi di yoga dove insegno ha recentemente implementato una nuova strategia in cui gli studenti possono lasciare l’insegnante sa se si preferisce rettifiche o via “sì” o “no” a carte. Per me, questo è un ottimo approccio. Insegnante presso lo studio consigliato, e lei si è vissuto abbastanza per sapere che non tutti apprezzano l’approccio pratico. Come insegnanti di yoga, si deve essere consapevoli delle diverse circostanze con cui i nostri studenti possono entrare nelle nostre classi. Per le vittime di abusi fisici, di avere un estraneo si tocca, anche in modo utile, non è rilassante. Per alcuni, il touch non è attraente, e può anche essere dannoso.

Quando ho iniziato a prendere yoga, ho ricevuto una dannosa hands-on di regolazione da un insegnante di yoga nel pesce posa. Se non sai che uno di pesce posa è, so che è una che non vuole essere tirato in. Ma qui ero un studente principiante, confidando professionale con le sue mani su di me. Ho creduto che lei aveva solo le migliori intenzioni e abbastanza esperienza per sapere come guida il mio corpo.

Il mio collo un male per le due settimane seguenti.

Ora, questo non è l’insegnante di colpa, necessariamente. Programmi di formazione per insegnanti spesso sottolineano l’importanza di hands-on di regolazioni, come se fossero un elemento di base della pratica. Ma con solo 200 ore di insegnamento di yoga, e solo una minima percentuale di quelle ore, che copre il tema di anatomia, come possiamo sapere che il professionista toccano ha la formazione adeguata per farlo? La risposta è: non lo sappiamo davvero. Se il tuo insegnante ha di recente completato il suo primo di 200 ore di formazione, loro non possono sapere che cosa stanno facendo quando si avvicinano il tuo corpo con le loro mani, il loro peso, la loro forza. Essi non possono essere esperti o istruito abbastanza per fare queste regolazioni sul vostro corpo.

Ma per quanto riguarda gli altri insegnanti? Quelli che hanno una vasta anatomia di formazione, o di conoscere la mappa del corpo umano da parte di altri di una terapia manuale formazione che hai avuto? Se si dispone di uno di questi insegnanti come guida, si sono letteralmente in buone mani…tranne per una cosa. Un insegnante può sapere tutto sul corpo umano, e ancora non si sa NULLA circa la vostra.

sara-adjustments

Quando uno studente viene prima nella mia classe, faccio come molti insegnanti fare e chiedere loro circa il loro infortunio storia, e la storia con lo yoga. Io di base la nostra pratica di come il nuovo studente risponde. Io assolutamente non danno le mani sulle regolazioni, senza una preventiva conoscenza del corpo dello studente, o senza un dialogo sto dando la regolazione. Se ho messo le mie mani su di te, in primo luogo, vorrei dire “vado a mettere le mie mani ___ e guida il ___ fare ___.” Non voglio mettere le mie mani su di te senza parlare se non abbiamo prima relazione. Se vieni nella mia classe, ci si può aspettare un hands-on di regolazione, ma non senza una conversazione. Se si è in cerca di spingere più in profondità in una posa in silenzio, non posso dare è che, a meno di te e ho avuto molte classi insieme e ci SIAMO SIA per comprendere le capacità e i limiti del vostro corpo.

Ora, questo potrebbe farmi sembrare un rigorista. E a me va bene. Perché, anche se è una magia di essere in un silenzio meditativo stato e sono un insegnante di spingere ulteriormente in uno stato di “beatitudine” non ho intenzione di essere uno che ti manda a casa con un mal di collo o di uno strappo al bicipite femorale, o ti fa sentire vulnerabile in un modo che non sono pronti per la. Anche se viviamo in una società litigiosa, non è l’ripercussioni legali sono per lo più interessati con. Ho l’assicurazione, così come i luoghi in cui mi trovo. La mia preoccupazione è per la mia integrità come insegnante e, se si desidera chiamare è questo, il mio karma.

Quando si entra in una classe insegno, è il mio lavoro per tutta la durata di quella classe per proteggere l’utente da entrambi i nostri ego. Questo significa che prometto di non arbitrariamente le mie mani su di te perché voglio che tu a “guardare” un certo modo o di fare qualcosa di “correttamente”. Io sono lì per tenere al sicuro, per aiutarvi ad avere un’esperienza del proprio corpo, mente e respiro. Io sono lì per aiutarvi a saperne di più circa il vostro corpo e come funziona, e farò del mio meglio per evitare di farsi male. Qualunque siano i dolori si sono dotate, voglio aiutare ad alleviare, e qualunque sia la beatitudine si trova, io voglio prendere con voi. Come insegnante di yoga, non ho intenzione di darvi un adeguamento a meno che non si tratta di un passo necessario sulla strada di quell’intenzione.

Il potere del tocco umano non può essere sottovalutata. Può essere incredibilmente utile avere qualcuno mettere le loro mani su di voi come una forma di terapia. Studi hanno dimostrato che il contatto può essere la guarigione, sia mentalmente che fisicamente. Al contrario, invece, il sistema nervoso controlla i muscoli capacità di allungarsi, quindi, se si, come insegnante, l’approccio di qualcuno che è tesa, si può fare più danni che bene. È importante considerare sempre le vostre intenzioni per la regolazione di uno studente. Per gli studenti là fuori, non abbiate paura di iniziare un dialogo con l’insegnante. Chiedete loro perché stanno facendo quello che stanno facendo e far loro sapere come ci si sente quando si tocca. Sempre chiedere che cosa avete bisogno e di ascoltare il tuo corpo. È il più grande maestro.