Yoga con Paralisi Cerebrale, e Non il Montaggio di Yoga ‘Stampo’

Ryan McGraw in his favorite pose. | image: Tracy Caracciolo, US News

Ryan McGraw nella sua posa preferita. | immagine: Tracy Caracciolo, US News

“Egli non si adatta la muffa, che è un bene,” Notizie degli stati UNITI descrive Ryan McGraw approccio allo yoga come una di 30 anni che vive con paralisi cerebrale. Questo è al tempo stesso esaltante e deprimente. Quello stampo? Perché lo yoga raggiunto il punto di moldyness? A nessuno piace stampi, non anche a quelli di jell-o. Ma ci sono sempre ispirato a storie come Ryan, che ci ricordano quello che già sappiamo, quando non siamo aggrovigliati in pantaloni di yoga scandali e wanderlusting: lo yoga è per tutti, ogni corpo. Forte nelle sue fondamenta, è duttile e malleabile. Gettare in un frullatore o spalmarsi su un pezzo di pane tostato e mangiare per colazione, yoga rimane.

Ryan McGraw ha iniziato a praticare lo yoga come un adolescente e che ora insegna a Chicago. Amiamo quello che ha da dire su come la sua pratica ha influenzato la sua vita:

Credo che il principale fattore di yoga che mi colpisce—più che mai—è l’aspetto mentale della mia vita. Io sono più legato a me stesso e avere una visione più positiva della vita. Fisicamente, avere paralisi cerebrale, ho bisogno di rimanere attivi e mantenere i muscoli sani. Nello yoga, si hanno veramente a mantenere il corpo allineato, e sento che ha aiutato la mia flessibilità, l’equilibrio e la coordinazione. E mi ha anche aiutato a diventare più consapevole del mio respiro.

E ha alcuni ottimi consigli per chi pensa che “solo per il sottile, in forma atleticamente inclinato”, come lo stereotipo è descritto nell’articolo.

Non scoraggiatevi da quello che vediamo in riviste; lo yoga può essere inclusiva per le persone con tutte le abilità con l’uso di oggetti di scena. Ci sono adattamenti sono là fuori, e gli adattamenti non significa che si sta facendo meno.

Le Notizie degli stati UNITI sta facendo una serie su un improbabile gruppo, gli outsider, che sono “cambiando il volto di yoga.” Ci piacerebbe pensare che il corpo di yoga è sempre stato (e sempre sarà) essere una pratica aperta per tutti, non importa che cosa il viso appare come quello che “avanzate” forma si contorce in o ciò che si indossa per classe di yoga.

[via]