Yoga Diversità di Gioco: Una Conversazione Tra gli Altri (nel Senso di Tutti) E la Creazione di Nuove Norme

image via rainierbeachyoga.com

immagine via rainierbeachyoga.com

Si potrebbe pensare che la diversità nello yoga ci avrebbe riunito, non tear us più lontani. Ma che cosa è l’inclusione e l’accessibilità ad alcuni viene visto come separazione e di alienazione, anche il razzismo, per gli altri. Quando un studio di yoga in Seattle, per creare uno spazio sicuro per le persone di colore, che non aveva idea che sarebbe presto essere avvolto in un controverso gioco.

Laura Humpf, proprietario di Seattle Rainier Beach Yoga, recentemente pubblicato le sue scuse sul studio del sito web. Fu lei a chiedere scusa alle persone che si sono scandalizzati dall’annuncio che il suo studio si terrà una volta al mese POC (persone di colore) lezioni di Yoga. Solo l’annuncio. Le classi non aveva ancora iniziato a Humpf studio prima che le molestie e minacce di morte che ha iniziato, grazie a un arrabbiato ascoltatore che aveva allertato il conservatore radio host Dori Monson, che poi è andato a sbraitare. Denunce di esclusione e, sì, il razzismo seguì.

“Il fatto è che questa classe di yoga è ogni bit come razzista, come un mucchio di gente bianca che dicono di non voler essere intorno a qualcuno di colore. Ecco perché io non voglio partecipare a una di queste classi … Il fatto è che entrambi sono razzista,” Monson ha detto.

Per dire che questo è frustrante, è un eufemismo. È anche un equivoco.

POC Yoga Co-fondatore Teresa Wang ha spiegato il motivo della richiesta è che i bianchi non frequentare la classe, che è stato avviato da cinque queer gente di colore ed è già stato in esecuzione per cinque anni, ma non è una domanda, o destinato a essere visto come di esclusione. In realtà, è uno spazio per le persone che potrebbero non sentirsi a proprio agio in una (in genere bianco-maggioranza) classe di yoga sentirsi compresi, dice.

“POC Yoga crede fortemente che il nostro gruppo dovrebbe avere uno spazio nella nostra comunità che è sicuro per le persone di colore”, ha detto Wang Seattle Globalista. “Sì, le persone hanno chiesto che i nostri amici bianchi e alleati rispettosamente non frequentano per permettere alle persone di colore di questo spazio. Abbiamo chiesto, non abbiamo bisogno, e noi non abbiamo mai rifiutato nessuno”, ha detto.

L’esplosione e-mail che annuncia la classe descritta POC Yoga accessibile a persone di colore e tutte le sessualità, età, le dimensioni del corpo, le abilità, i generi e i livelli con lo yoga. Non espressamente menzionato in “le lesbiche, i bisessuali, gay, queer e trans-amichevole/affermando,” così come le persone che si identificano come “Afro-Americano/nero/della Diaspora Africana, Asiatica, asia Meridionale, dell’asia Occidentale/Arabo/Medio-Orientale, Isole del Pacifico, le Prime Nazioni/Alaska Native/Nativi Americani/Indigeni, Chican/latino, o Multirazziale/e di Razza Mista.” C’era una nota inclusi circa “white amici, alleati e partner” che “rispettosamente chiesto di non partecipare.”

Humpf (che, per il contesto, è un bianco, cisgender femmina) ha scritto nella sua apologia: “la Mia intenzione nell’offrire il mio spazio di POC Yoga era quello di offrire un ampiamente inclusiva di guarigione spazio in cui tutte le persone possono ricevere i benefici dello yoga. Non ho mai inteso escludere nessuno in base a razza o etnia. Ho diverse classi dei miei programmi che sono aperti a tutti, e la mia intenzione a portare questa classe di Rainier Beach Yoga era quello di incoraggiare una maggiore partecipazione all’interno della nostra comunità diversificata a Seattle.”

A causa del contraccolpo e minacce, di tutte le classi a Rainier Beach Yoga sono stati messi in attesa. (Aggiornamento: secondo il loro sito web corsi regolari di ripresa 20 ottobre, con la polizia presente per sicurezza).

Mentre la controversia può essere difficile per alcune persone a capire (su entrambi i lati della discussione) sappiamo come praticanti di yoga che avere uno spazio sicuro è essenziale per una pratica che, per molti, è uno strumento personale per la cura di sé e contro lo stress, e ha anche il potenziale per farci sentire incredibilmente vulnerabile. Esclusione di qualsiasi livello non si sente a destra, ma essendo in un “separato” gruppo-specifico spazio non significa necessariamente che è destinato a bloccare tutti gli altri.

Per una migliore comprensione del perché queste classi di servire la comunità, piuttosto che tagliare, ci siamo rivolti ad alcuni esperti e raccolto le loro risposte sul tema. Speriamo di leggerli tutti, in considerazione della vostra.

Chelsea Jackson Roberts è un insegnante di yoga e fondatore del Chelsea Ama lo Yoga, un sito web progettato per “creare una digital yoga, dove gli operatori, in particolare POC poteva vedere la loro riflessione e di essere ispirato da esperienze vissute da altri.” Ricorda che, quando si parla di unità di yoga, potrebbe non essere sempre il pensiero degli altri.

“Le persone di Colore sono stati minacciati per la raccolta in spazi dal momento che questo paese è stato costruito, quindi questo non è davvero nulla di nuovo,” dice Jackson. “Corsi di Yoga, simile a quella di Seattle sono una risposta necessaria perché fornisce uno spazio per non essere othered, soprattutto all’interno di uno spazio dedicato alla guarigione. Questi spazi non sono una minaccia per “l’unità”, questi spazi di interrupt i modi in cui lo yoga insegnamenti a terra nell’unità sono stati utilizzati per potenziare alcuni mentre tacere gli altri.”

Chanelle Giovanni insegna POC lezioni di yoga e di Yoga per il Corpo e l’Immagine della Coalizione di team leader. La sua esperienza di insegnamento POC classi è stato molto più positivo, ma le sue parole riecheggiano la chiamata per noi di guardare il quadro più ampio. “L’idea di razzismo al rovescio in modo non corretto posti l’oppresso e l’oppressore sullo stesso livello. Ciò che differenzia questi due gruppi di potere e di accesso. POC non opprimere la gente bianca tenendo POC solo le classi. Se una persona bianca erano di mostrare e di essere allontanati, si potrebbe facilmente trovare un’altra classe di frequentare dove sarebbero state comodamente in maggioranza. Per le persone di colore che non è il caso. Lo yoga industria ha creato un sistema che esclude le persone di colore in molti modi, le classi sono costosi attrezzi costosi, e i monolocali sono raramente nei quartieri di colore. POC lezioni di yoga e a chi, come non fosse stato creato al di fuori di odio e discriminazione. Sono stati creati per necessità, e continuerà ad essere necessaria fino a quando lo yoga è accessibile e accogliente per tutti.” Teo Drake spirituale attivista, yoga e insegnante di arti marziali, ha spiegato che nella sua esperienza di essere in un Queer e Trans spazio specifico è “immensamente guarigione”, e che avere l’opzione ha avuto un effetto profondo. “Ci sono volte che quelli identità specifica spazi consentono di me magra e versato la mia armatura con una facilità non riesco ad accedere a ulteriori normative cisgender spazi. Che potrebbe non essere vero per tutti queer/ trans gente. Avendo la possibilità, tuttavia, è salvare la vita.” Dianne Bondy, scrittore, insegnante di yoga e creatore di Yoga Per Tutti, ci invita a volgere il metaforico specchio di noi stessi, affrontando le ragioni per cui le persone di colore sono scarse nella maggior parte delle classi di yoga. “Come un grasso nero donna di colore, sono spesso l’unico volto bruno in un modo molto tradizionale spazio bianco in Nord America. Nella parte Occidentale di yoga della cultura e dei media, le persone di colore e le persone che sono considerate diverse non si vedono o rappresentati sulla stuoia di yoga.” “Inclusive in spazi per gli emarginati che può sentirsi lasciato fuori sono molto difficili da trovare in bianco dominante cultura. La creazione di una classe specializzata è la creazione di un spazio coraggioso. Bianco cisgendered eterosessuali gente non può sapere cosa si prova ad essere nero, gay, queer, o trans in una cultura che è diverso o non accettati o celebrato. La gente non vuole sentirsi come essi di essere giudicati, o che abbiamo bisogno di essere educatori di ciò che la diversità e l’inclusione sono in yoga. La maggior parte di noi vuole solo esperienza di yoga senza essere osservati, ignorato, o stereotipati. Una classe specializzata, ci può aiutare a farlo. “Qui è dove l’ipocrisia, la menzogna, non ci sembra di avere un problema con specializzazione prenatale, corsi, corsi per anziani, corpi di grandi dimensioni, i bambini, o le classi per gli uomini. POC sono dicendo che non si sente bene, è per questo che non sono venuta per lo yoga. Possiamo solo considerare che?”

Melanie Klein, Professore di Sociologia e di Genere/Studi sulle Donne, co-editor di Yoga e di Immagine del Corpo e co-fondatore dello Yoga e dell’Immagine Corporea Coalizione di pesa nella fase di cambiamento.

“La reazione contro il Rainier Beach Yoga della Gente di Colore classe di yoga è un’opportunità per coloro che si oppongono a esaminare la loro scontato di pelle bianca privilegio e i modi in cui essi sono sia pigro o attivamente contribuito a creare un clima in cui una classe come questa è necessario, in primo luogo. Questa è un’opportunità per lo yoga comunità a impegnarsi nella necessaria conversazioni e azioni necessarie per creare un cambiamento sociale. La crescita della coscienza e vivere consapevolmente è parte della pratica dello yoga. Ora è il momento di pratica e ascoltare! Aprire le nostre menti e i nostri cuori attraverso l’ascolto attivo è un componente integrale di essere un alleato. “Chiedendo perché un Popolo di Colore classe di yoga è necessario e sostenendo che promuove la differenza e la segregazione non è diverso rispetto agli eterosessuali, che chiedono perché il Sesso/Donne Studi corsi di esistere. È perché c’è un bisogno, una necessità per la sicurezza, inclusiva e davvero accogliente spazi. Mentre ho praticato yoga in co-ed, spazi per quasi 20 anni, ho praticato anche nelle donne-solo spazi per gli ultimi dieci anni. Che spazio privo di sguardo maschile è stato fondamentale per la crescita della mia pratica, il mio collegamento ad altre donne nella sacra comunità e lo sviluppo di sé. Fino al mainstream lezioni di yoga sono autentici nel loro inclusione di ogni corpo, spazi alternativi sono necessari per gruppi, che hanno tradizionalmente emarginati. Questa è un’opportunità per lo yoga comunità per fare il punto della situazione attuale e iniziare a lavorare verso una più autenticamente inclusiva realtà”. È un sacco di prendere in, ed è molto a cui pensare, soprattutto se siete così abituati al tuo punto di vista. Se siamo d’appoggio di yoga per tutti, possiamo essere di supporto, di spazi sicuri per tutti fino a quando tutti noi ci sentiamo al sicuro insieme? Non c’è speranza, ma dobbiamo lavorare per esso. Come Chanelle Giovanni: “Tanti bianchi praticanti di yoga sono anche stufi con l’omogenea, competitivo e di esclusiva classi di yoga industria ha creato. Collettivamente, spero che ci consapevole yogi sono in grado di fare lezioni di yoga così accogliente che queste identità specifiche classi possono anche non essere necessario. Nel frattempo, dobbiamo mettere in discussione l’idea che la sicurezza gli spazi sono una minaccia o un problema. L’unica cosa che si rischia è lo status quo. E se avere uno spazio libero di oppressione è contro la norma, quindi abbiamo bisogno di lottare per le nuove norme.” —

Prima…

Seattle Yoga Studio si pone l’Obiettivo di Abbracciare la Diversità con Accessibile, Compreso, LGBTQ-Ambiente La Petizione Chiede Richiesti Corpo Positività Di Formazione Per Tutti Gli Insegnanti Di Yoga La Diversità Di Formazione In Yoga: Perché Ne Abbiamo Bisogno (E Potrebbe Anche Non Saperlo) Che Cosa È Lo Yoga Servizio E Come Può Positivamente Influenzare Il Nostro Futuro? La Lotta Dei Neri Yogi