Yoga per il Corpo e Immagine – È il Momento Di Parlare

yoga-body-image-coalition

da Melanie Klein

“Lo Yoga, il Femminismo e l’Immagine del Corpo” è stato pubblicato quattro anni fa, e ha rappresentato la mia vergine viaggio da scrivere su queste questioni puramente accademiche e femminista cerchi. Ero grato per l’opportunità di unire queste aree della mia vita con il mio yoga comunità. Il mio rigorosa formazione accademica, cariche di analisi femministe, e la pratica dello yoga giocate pari prezioso ruoli nel mio liberazione personale e la mia giustizia sociale, il lavoro sia in aula e la più ampia comunità civile.

Quasi immediatamente, che il post ha ricevuto migliaia di visite ed effusione di sostegno, così come l’e-mail di persone che potesse riguardare. Chiaramente, questo risuona con la gente. E ho avuto la fortuna di incontrare gente che ha avuto esperienze simili, come risultato di una coerente pratica di yoga. In realtà, questo è come ho collegato con Anna Guest – Jelley, uno spirito affine e anima gemella. Insieme abbiamo curato e co-curato la prossima antologia, Yoga e dell’Immagine Corporea: 25 Storie Personali, la Bellezza, il Coraggio + Amare Il proprio Corpo (ottobre 2014).

Ma non potevo continuare a concentrarsi solo sulla trasformazione e aspetti positivi dello yoga sull’immagine del corpo, anche la mia. Infatti, quando ero espansione che il post iniziale in quello che è poi diventato il mio saggio nel 21 ° Secolo Yoga: la Cultura, la Politica e la Pratica, il mio editor di Carol Horton e Roseanne Harvey mi ha chiesto circa il commercio e l’industria di yoga. In particolare lo yoga fotografia, copertine di riviste e annunci mercificata e oggettivato corpi delle donne in modi che replicate le immagini nella cultura dominante. Come ha fatto la figura in tutta yoga-come-un-trasformazione-strumento-a-coltivazione-positivo-corpo-immagine?

Quelle domande che, inevitabilmente, e, purtroppo, sono stati già programmati punti di analisi per il mio saggio. Infatti, avevo già sollevato alcuni di questi problemi nel settembre 2010 con il mio post “se i Membri della Comunità di amanti dello Yoga e Yoga Pubblicazioni Sottolineare la Perdita di Peso, Dimensione Zero Corpi e di Pubblicizzare le Pillole per la Dieta?”

Sono spaventato e sorpreso di come molte persone hanno reagito. A quanto pare, è stato “un-yoga” e “diffondere negatività” fare domande critiche e chiamare individuali di yoga celebrità e yoga pubblicazioni sulla loro, presumo, inconscio della replica del sessista, razzista, dimensioni-ist, e l’età-ist immagini di riviste di moda. Era lo stesso tipo di intellettuale-l’umiliazione Judith Hansen Lassater è stato bombardato con quando lei ha sollevato domande simili su ToeSox annunci, sottolineando che lo yoga pubblicità, è stato lo stesso gioco come i principali media, di “sfruttare[ing] la sessualità delle donne” per vendere i prodotti.

Sono rimasto deluso per scoprire che questo “cosciente” comunità era disposto a chiamare società per il degrado ambientale, lo sfruttamento degli animali e dei relativi problemi, ma, quando è venuto allo sfruttamento del corpo delle donne – non così tanto. A quanto pare, anche lo yoga sentì che, se si stanno mettendo in discussione la sessualizzazione e oggettivazione delle donne, è necessario essere offesi da femminile, puritana e un hater.

Fortunatamente, dal momento che questi dibattiti primo emerse, molti altri visibile e vocale membri della comunità di amanti dello yoga hanno chiesto che il sessismo, il razzismo, il classismo, la dimensione-ism, di età-ism, in grado di ism e l’omofobia sono delle questioni di giustizia sociale altrettanto importante una politica del cibo e rispetto dell’ambiente.

Ecco perché io sono grato che il Tappetino si lancia di testa La Pratica della Leadership serie. E ‘ fondamentale che abbiamo di queste conversazioni. E sono grato di Yoga Journal e lululemon sono seduti al tavolo. Questi sono a carico di problemi e la gente sarà senza dubbio sentire a disagio, forse difensiva.

E in queste conversazioni, non nel tentativo di incolpare gli altri, siano essi singoli individui o imprese di trarre profitto da questi unidimensionale e immagini statiche. Si tratta di sensibilizzazione. E non è che ciò che una pratica di yoga?

Trovo che, per la maggior parte (ma non sempre), c’è semplicemente una mancanza di comprensione su questi temi. E questo è certamente vero quando si tratta di nozioni ideale di bellezza e di immagine del corpo, il tema di sabato in discussione al YJLIVE!: SAN DIEGO. Le immagini siamo inondati con i grandi media cultura (così come lo yoga cultura) ci incredibilmente limitata definizioni della bellezza e della salute. Infatti, la bellezza e la salute sono spesso confusi, e anche tante donne e uomini che spesso minano la loro salute, nel perseguimento di una costruzione sociale (e di merda) nozioni di “perfezione”.

Ed è proprio perché siamo saturi di questi prolifico e ripetitive immagini che appaiono normativo – sono così profondamente radicata nella nostra cultura mediata, e noi, che diamo per scontato – che ci si aspetta. E influenzano la forma e la nostra coscienza.

Vedo questi paesi le conversazioni come un’opportunità per prendere parte a un buon vecchio stile di presa di coscienza di gruppo. Questo è esattamente ciò che le femministe hanno fatto negli anni ’60 e’ 70 – che decolonized la loro mente, ha esaminato la loro oppressione interiorizzata e lavorato lo spostamento della corrente dominante paradigmi. Perché non c’è niente di ribelli o di rivoluzionario a replicare la stessa vecchia, stanca stereotipi.

Cosa c’è di coraggioso e audace è la creazione di qualcosa di nuovo, di rappresentazioni che sono autentici, inclusivo ed equo.

Se lo yoga, la cultura è veramente di una comunità consapevole, dedicato all’evoluzione e l’illuminazione, abbiamo bisogno di scavare in profondità, fare il lavoro e non hanno il dialogo, anche se è scomodo. Come risultato, siamo in grado di plasmare la cultura invece di replicare il tossico aspetti della cultura più ampia in modo da rispecchiare l’esistente, di sessismo, di età-ism, l’eterosessismo, dimensioni-ism, razzismo etc. che esiste in questo spazio.

Come ho scritto in “Yoga del 21 ° Secolo Lifting e il Mito del Culo Perfetto(ana),“: “Abbiamo la capacità di dirigere consapevolmente la cultura dello yoga, la creazione di qualcosa di sovversivo, forte e reale che riflette l’unicità di ognuno di noi, così come siamo.”

immagine di credito: Sarit Z. Rogers